Milano – 16 giugno 2017. Anche quest’anno il Compliance Day si conferma come momento d’incontro nazionale tra Aziende e Professionisti certificati KHC che si danno appuntamento ogni anno per fare il punto della situazione, e prevedere gli scenari futuri.

Molte le novità discusse dalla “Comunità della Compliance”, che insieme ad esponenti illustri del Panorama Istituzionale Nazionale, a KHC , a CERTIFICATION ed agli Stakeholders (UNIQUALITY,  ACCREDIA, CISAL, AITRA, GIACC Italy, Asso231, ENBIC, EMBIMS ed AIFES) sono intervenuti a Milano, presso il Centro Congressi di Assolombarda, in questa giornata di record. Più di 500 i partecipanti (nonostante lo sciopero generale indetto per la stessa giornata, da alcuni sindacati autonomi e di base, di tutti i settori dei trasporti), ed oltre 60 i relatori effettivi con la presenza del CSM, della Procura di Milano, della Corte dei Conti, del TAR del Lazio, di AITRA, ACCREDIA e di UNIQUALITY.

Lo scopo, quest’anno, è stato quello di fornire gli strumenti alle Aziende per contribuire allo sviluppo sostenibile e diffondere il rispetto dei «requisiti di compliance» che si declinano in norme, leggi e regolamenti che, se efficacemente applicati dalle Aziende stesse, possono portare ad un oggettivo vantaggio competitivo.

Il Congresso è stato l’occasione per far luce sulle ultime novità in materia di Anticorruzione (ISO 37001:2016), di Data Protection (Privacy) (Reg. (UE) 2016/679), di Nuovo Codice degli appalti (D.lgs.50/2016), di Project Management, e delle Nuove Linee Guida sui Certificati Bianchi.

Una giornata fatta dalle Aziende per le Aziende: oltre 350 le Aziende partecipanti che si sono confrontate con i 60 relatori in 5 sale in parallelo nello splendido centro congressi di Assolombarda, raggiungendo oltre 32 ore di aggiornamento professionale.

Grande interesse ha suscitato la Plenaria di Apertura, tenutasi nell’Auditorium Gio Ponti, dove sono stati trattati gli argomenti più caldi del momento: Anti-Bribery e Data Protection.
Angelo Freni (Presidente UNIQUALITY – Responsabile degli Schemi di Certificazione KHC CEO CERTIFICATION) ha trattato i Megatrends del 2017, come Industry 5.0, puntando l’attenzione sul tema degli appalti, ancora ampiamente sconosciuto dalle Aziende Italiane, che peraltro è stato il filo conduttore della giornata, consentendo di comprende come non si potrà più prescindere dai criteri premiali, quali la certificazione ISO 37001:2016 e le altre certificazioni di sistema, sia nel settore pubblico che privato; Giuseppe Rossi (Presidente ACCREDIA) ha affermato come  per le PMI e per i Professionisti la qualità sia un investimento: “chi si certifica ha risultati economici migliori della media” ha affermato, fornendo dati sulle Certificazioni accreditate in Italia; Giorgio Martellino (Presidente AITRA Associazione Italiana Trasparenza e Anticorruzione), ha portato l’esperienza dell’applicazione della Legge 190/2012 nella Pubblicità Amministrazione, sottolineando come la ISO 37001:2016 possa agevolare l’applicazione dei requisiti cogenti.

Questi gli argomenti trattati in contemporanea nelle 5 sale del Centro Congressi di ASSOLOMBARDA:

  • l’ #AntiBriberyDay (gli Stati generali dell’anticorruzione in Italia con la presenza del CSM, della Procura di Milano, della Corte dei Conti, del TAR del Lazio, di CERTIFICATION, di AITRA, di ACCREDIA e di UNIQUALITY); si sono presentati gli schemi di certificazione KHC per l’Anti-Bribery e la certificazione delle nuove figure professionali degli Auditor e delle Funzioni Anti-bribery. In particolare si è presentato lo schema di certificazione KHC del Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), che ha visto la partecipazione per l’elaborazione dello schema dello Stakeholder AITRA (Associazione Italiana Trasparenza e Anticorruzione).
  • il #PRIVACYandSECURITYDay (alla presenza dei Professionisti Certificati KHC, delle Aziende Certificate KHC a fronte del DPMS 44001:2016©, delle Aziende Certificate KHC nella Security. Si sono approfonditi con i professionisti certificati KHC i requisiti che devono avere i DPO (Data Protection Officer) per essere certificati KHC, lo stato della nuova norma UNI sulle figure professionali per la Data Protection, e l’impatto che avrà il Reg. UE 2016/679 sugli Istituti di vigilanza (in sostanza “devastante”). Poi si è fatto lo status dell’applicazione dei requisiti cogenti per gli Istituti di vigilanza e sulla conformità degli stessi ai requisiti delle norme UNI 10891 e EN 50518. L’esperienza di certificazione di KHC nel settore ha contribuito al chiarimento di diversi aspetti. 
  • l’ #ENERGY&Project ManagementDay (con protagonisti i PM, gli EGE e le ESCo certificate KHC dove si è parlato della certificazione del Project Manager come requisito indispensabile per operare sul mercato pubblico e privato;

  • il #SafetyDAY con le Associazioni UNIQUALITY ed AIFES che si sono confrontate con i massimi esperti/giuristi nel campo della Sicurezza in Italia, per fornire le corrette interpretazioni al D.lgs. 81/08 e s.m.i.. Di particolare interesse l’intervento di elevato standing di Lorenzo Fantini (Avvocato giuslavorista, che ha scritto il D.lgs.81/08 e s.m.i.) sul nuovo codice degli appalti, sui requisiti premiali. Si sono susseguiti diversi professionisti certificati KHC, abilmente moderati da Paolo Varesi. E’ stato particolare l’intervento di Andrea Tezzele sull’esperienza di una grande impresa (MARKAS di Bolzano), in riferimento all’Asseverazione del modello organizzativo per la Sicurezza. Al completamento dell’intervento Angelo Freni ha consegnato l’Attestato di Asseverazione di MARKAS al Dr. Tezzele.  

Interessanti gli interventi e le testimonianze di Aziende che hanno già implementato un Anti-Brybery Management System, successivamente certificato ISO 37001:2016 da CERTIFICATION (Studio Costenaro, Minerva Group, WeMay e Gruppo Strazzeri) e che hanno già implementato un Data Protection Management System, successivamente certificato da KHC (WeMay) e che hanno certificato il proprio Servizio/Software con KHC (4cLegal e Adfor).

Questo e molto altro è stato il nostro Compliance Day 2017, con momenti di Matching tra Professionisti Certificati KHC  e Aziende presenti da tutta Italia, oltre a momenti B2B con gli Sponsor di elevato standing tecnico che hanno partecipato: THOMSON REUTERSAdforBePrivacy.

E’ oggettivo: l’Evento Italiano più innovativo ed importunante in Italia sui Sistemi di GestioneCertificazione e Accreditamento, per i Professionisti e le Aziende, è il #ComplianceDay.
 
Per il prossimo ci toccherà aspettare un altro anno …
 
Ing. Luana Inzirillo
Mkt, Comunicazione e Social Media KHC

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di www.khc.it, se vuoi avere maggiori informazioni clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare il sito www.khc.it senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui

Chiudi