Milano – 31 maggio 2018. Anche quest’anno, l’ormai consueto appuntamento con “la Compliance”, riscuote numerossissimi consensi al Compliance Day 2018 (alla sua 18° Edizione) che si conferma l’Evento Leader in Italia sui Sistemi di Gestione; luogo d’incontro tra Aziende e Professionisti certificati KHC in cui presentare le novità del settore, fare il punto della situazione, esporre idee propositive, diverse prospettive e punti di vista, presentare probabili e sicuri scenari futuri.

  • Molte le novità discusse dalla “comunità della Certificazione, dell’Accreditamento e della Compliance” che insieme ad esponenti illustri del Panorama Istituzionale Nazionale, a KHC , a CERTIFICATION ed agli Stakeholders (UNIQUALITY, ACCREDIA, AITRA, GIACC Italy, Asso231, ENBIC, EMBIMS, AIFES e MINERVA) sono intervenuti a Milano, presso il Centro Congressi di Assolombarda, in questa giornata di record. Centinaia di partecipanti ed oltre 50 relatori vantando la presenza dell’ Ufficio del GARANTE PRIVACY, del CONI, dell’Arma dei Carabinieri, di ACCREDIA e di UNIQUALITY.

Tre i principi motrici del Compliance Day 2018:

Innovazione (con un nuovo modo di trasferire il know how);

Condivisione (con workshop interattivi per un confronto tra domanda e offerta sulle reali esigenze delle Aziende);

Ispirazione (con il punto di vista sul futuro della Compliance);

con lo scopo di fornire alle Aziende la chiave che ne garantisca la Continuità del Business, spesso inficiata dalla mancanza di Compliance, e di prospettare sia per le PMI Italiane che per le Grandi Aziende Multinazionali gli effetti (sanzioni amministrative o penali) della mancata applicazione di alcuni «requisiti di compliance» cogenti.   

Il Congresso è stato l’occasione per far luce sulle importantissime novità in materia Privacy e Data Protection (Reg. (UE) 2016/679), per contribuire al dibattito nazionale sulla corretta interpretazione sia dei requisiti normativi (ISO 37001:2016) che dei nuovi requisiti cogenti (es. D.Lgs. 15/03/2017 n°38, G.U. 30/03/2017) in materia di Anticorruzione, per parlare di “Digital Energy” e di nuove tecnologie digitali per “controllare” i consumi di energia, per trattare il rilancio del Sistema di Gestione per la Sicurezza (ISO 45001:2018) e per disquisire del fatidico passaggio alle norme ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015 poco prima del termine ultimo.

Una giornata fatta dalle Aziende per le Aziende: oltre 420 le Aziende partecipanti che si sono confrontate con i 50 relatori all’interno delle 5 sale con ben 5 Convegni in parallelo, nello splendido contesto del Centro Congressi di Assolombarda, raggiungendo oltre 37 ore di aggiornamento professionale.

Grande interesse ha suscitato la Plenaria di Apertura, tenutasi nell’Auditorium Gio Ponti, dove sono stati trattati gli argomenti più caldi del momento: Data Protection, Anti-Bribery.
Angelo Freni (Presidente UNIQUALITY – Responsabile degli Schemi di Certificazione KHCCEO CERTIFICATION) ha introdotto, con il contributo di un’originale performance delle Hostess, quali siano i leitmotiv del 2018 in relazione alle nuove esigenza di Compliance delle Aziende, affermato in particolar modo l’importanza della Certificazione accreditata KHC del Data Protection Officer e della Certificazione KHC del Codice di condotta DPMS 44001:2016© per le Aziende Italiane alla luce dell’applicazione del Reg. (UE) 2016/679.
Dorotea Alessandra De Marco (Funzionario direttivo dipartimento tecnologie digitali e sicurezza informatica Ufficio Garante per la protezione dei dati personali) ha illustrato quale sia il ruolo delle Autorità di protezione dei dati in relazione  ai meccanismi di Certificazione ed ai Codici di condotta, prospettando i diversi possibili scenari.
Giuseppe Rossi (Presidente ACCREDIA) ha spiegato come ACCREDIA abbia contribuito alla norma ISO 37001:2016 e di come l’Italia sia stato il primo paese ad applicare la norma all’interno delle Grandi Imprese; inoltre il Presidente ha riferito con dati alla mano la diffusione sempre più significativa del fenomeno della Certificazione a fronte della ISO 37001:2016. 
Marco Befera (Responsabile della Prevenzione della Corruzione di CONI Servizi), ha portato l’esperienza dell’applicazione della Legge 190/2012 negli Enti Pubblici, sottolineando come la ISO 37001:2016 possa agevolare l’applicazione dei requisiti cogenti.

Al termine della grande Plenaria d’Apertura, la Sala FOYER è stata teatro di un Matching tra partecipanti ed Aziende, con incontri Business to Business nel quale ogni Impresa ed ogni Main Sponsor ha incontrato i Leader nel settore avendo l’opportunità di fare networking sorseggiando il Caffè gentilmente offerto dall’organizzazione del Compliance Day e soprattutto deliziando il palato con un’ampia gamma di vini, marmellate e taralli la cui Degustazione è stata offerta dal Main Sponsor Food Italy International, il quale ha anche messo a disposizione dei Partecipanti una scontistica del 10% su ogni ordine effettuato >>> Shop online.

I Main Sponsor del Compliance Day 2018

Ma vediamo più nello specifico gli argomenti trattati in parallelo all’interno delle 5 sale del Centro Congressi di ASSOLOMBARDA:

  • l’ #ItalianPRIVACYDay Nuovi scenari inerenti alla Privacy: il cambiamento in atto della Compliance in materia” alla presenza dei Professionisti Certificati KHC, delle Aziende Certificate KHC a fronte del DPMS 44001:2016© e di un pubblico di elevato standing. Con le personalità istituzionali più rappresentative sul territorio nazionale in ambito Privacy, insieme ai Professionisti certificati KHCsi è parlato in modo approfondito di GDPR e di come esso sancisca dei requisiti che affermano “cosa” si deve fare ma non “come” deve essere fatto. Concentrandosi proprio sul “come”, e con lo scopo di attuare un trasferimento di know how chiaro, innovativo e definitivo.

>>> CONSULTA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

  • l’ #AntiBriberyDay Il Sistema di Gestione per la prevenzione della corruzione UNI ISO 37001:2016 e le Figure Professionali dell’Anti Bribery” con la presenza del CONI, del Reparto Speciale dell’Arma dei Carabinieri, di CERTIFICATION, di AITRA, di ACCREDIA e di UNIQUALITY si è analizzato in che modo il nuovo Sistema di Gestione ISO 37001:2016 è sia stato preso in carico dagli Stakeholders e dalle Stazioni appaltanti come strumento efficace per la prevenzione della corruzione e per garantire la continuità del business e di sviluppo. Diversi bandi infatti hanno già chiesto, come requisito premiale, la Certificazione del Sistema di Gestione per la prevenzione della corruzione.La giornata ha contribuito al dibattito nazionale sulla corretta interpretazione sia dei requisiti normativi (ISO 37001:2016) che dei nuovi requisiti cogenti (es. D.Lgs. 15/03/2017 n°38, G.U. 30/03/2017), nella certezza che la ISO 37001:2016 avrà uno sviluppo maggiore della ISO 9001:2015. 

>>> CONSULTA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

  • l’ #ItalianENERGYDay Efficienza Energetica e Certificazione di EGE ed ESCo alla luce delle novità applicabili e delle nuove tecnologie digitali”Convegno al cui interno si sono confrontati EGE certificati KHC, ESCo certificate KHC e Project Manager certificati KHC, con committenti ed utilizzatori, oltre che Aziende che hanno implementato il Sistema di Gestione dell’Energia ISO 50001:2011, anche nell’ottica della ISO/DIS 50001 approvata a novembre 2017 e della nuova versione di ISO 50001 che dovrebbe pubblicata nel 2018.Si è parlato di dell’uso di tecnologie digitali sempre più avanzate lungo tutte le fasi della filiera dell’energia che spesso va ben oltre il solo controllo. 

>>> CONSULTA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

  • il #SafetyDay ha visto protagoniste Associazioni quali UNIQUALITY ed AIFES che si sono confrontate con i massimi esperti/giuristi nel campo della Sicurezza in Italia in merito al rilancio ques’anno del Sistema di Gestione per la Sicurezza, con l’emissione della ISO 45001:2018 Occupational health and safety management systems – Requirements with guidance for use approfondendo gli aspetti normativi, l’integrazione con i requisiti degli altri Sistemi di Gestione e, soprattutto, con i requisiti cogenti applicabili (D. Lgs. 81/08). 

>>> CONSULTA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

  • ed in ultimo, ma non per importanza, il #QualityedEnvironmetDay all’interno del quale, poco prima del fatidico passaggio alle nuove norme ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015 (settembre 2018), oltre ad essere stata approfondita l’applicazione dei requisiti (sulla base dell’esperienza maturata in più di due anni e mezzo), si è discusso su come effetuare il passaggio ed a che tipo di problematiche porterà la cessazione di validità delle vecchie norme, in riferimento alle gare d’appalto. 

>>> CONSULTA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

E’ oggettivo: l’Evento Italiano più innovativo ed importante in Italia sui Sistemi di GestioneCertificazione e Accreditamento, per i Professionisti e le Aziende, è il #ComplianceDay.
Compliance Day… di anno in anno, di successo in successo… Ad Majora semper!
Dott.ssa Elisa Argentino 
MKT, Comunicazione e Organizzazione Eventi KHC